vai al vecchio sito

Federazione

Brandolin presenta la nuova squadra di Udine, Talotti: “rimanere grandi”

Udine, 12 maggio 2017. Il secondo quadriennio di Giorgio Brandolin da presidente del Coni FVG passa anche dal coinvolgimento di figure come Alessandro Talotti, olimpionico di salto in alto che ha accolto di buon grado il testimone per guidare il Coni Point di Udine. Ed è stata fatta proprio nella Casa dello Sport Friulano la presentazione di Talotti al mondo sportivo udinese che è accorso numerosissimo, al punto da lasciare anche molte persone in piedi nella sala conferenze nella Curva Sud della Dacia Arena, che ospita il Coni, numerose federazioni sportive e, a breve, arriveranno anche la federazione medico sportiva ed il Museo dello Sport Friulano. “Grazie per essere intervenuti in così tanti – ha detto Alessandro Talotti nel suo intervento di presentazione – accolgo di buon grado questo ruolo per mettere a disposizione dello sport un’esperienza che, da atleta prima e da dirigente nei quattro anni passati, auspico possa essere utile a portare sempre più in alto lo sport della provincia di Udine e rimanere grande, com’è sempre stata”. All’incontro ha preso parte anche il Vicario Ermes Canciani e Raffaella Basana, assessore allo sport del Comune di Udine che ha colto l’occasione per sensibilizzare associazioni, federazioni ed enti presenti a partecipare alla presentazione (13 giugno, da confermare) della Carta Etica dello Sport della Città di Udine, approvata all’unanimità (con un solo astenuto) dal Consiglio Comunale del 23 febbraio scorso. Cose fatte e progetti da completare sono stati poi presentati da Giorgio Brandolin, che ha valorizzato anche l’ampia presenza della nostra regione nel consiglio nazionale del Coni appena eletto con Andrea Marcon, Daniele Molmenti, Margherita Granbassi, Valentina Turisini e, come rappresentante degli atleti nel CIO, Manuela Di Centa. “Siamo discretamente rappresentati”, ha puntualizzato Brandolin che poi ha presentato anche il Fiduciari terrritoriali, tutti presenti, Livio Nonis, Mario Gasparetto, Ermanno Scrazzolo, Gabriella Paruzzi e Bruno Mongiat. “Il loro compito – ha aggiunto Brandolin – è quello di coinvolgere il territorio per portare poi tutti i problemi all’attenzione per cercare di risolverli”. Ma si è parlato anche dei contributi regionali per le manifestazioni top, di quelli ex-provinciali, di sostegno allo sport per le famiglie disagiate, del contributo per il Talento Sportivo (80mila euro) e quello per le Squadre di vertice (200mila), del Movimento in 3S e dei defibrillatori, il 30 giugno scadrà la proroga. Ne arriverà un’altra? Sembra sia già stata chiesta.