vai al vecchio sito

Judo

Cancun pronta per il Mondiale di Kata, l’U21 partita per il Mondiale a Nassau

Cancun, mentre è in corso di svolgimento la terza ed ultima giornata del Grand Prix, è con il pensiero già rivolto a domani, lunedì 15, giornata di inizio del campionato del mondo di kata, in programma appunto il 15-16 ottobre, cui seguirà a ruota, dal 17 al 20, anche il mondiale veterani. Dal 17 al 21 però, si disputerà a Nassau (Bahamas), anche il campionato del mondo juniores. Una triade iridata da togliere il respiro. Ma andiamo per gradi ed iniziamo quindi dal mondiale di kata, con una delegazione italiana composta da Monica Piredda (Team-official), Giosuè Erissini, Antonio Ferrante (Judge), Marco Migni (candidate examiniation) e le coppie Laura Bugo-Carlotta Checchi, Giovanni Tarabelli-Angelica Tarabelli (Ju-no kata), Massimo cester-Davide Mauri, Andrea Fregnan-Pietro Corcioni (Katame-no kata), Antonio Mavilia-Giovanni Gandolfo, Enrico Tommasi-Giulio Gainelli (Lime-no kata), Mauro Collini-Tommaso Rondinini (Nage-no kata). “Si tratta di una squadra molto competitiva e ben preparata – ha detto Monica Piredda – è composta infatti da coppie già medagliate ad Europei e Mondiali. Le aspettative sono buone, tutti sono pronti per affrontare al meglio l’impegno e sono sicura che i risultati le confermeranno. A Cancun si applicherà la nuova formula con due classi, under e over 35, in modo da rendere più omogenee le competizioni”. Questi alcuni commenti dei partecipanti. “Partecipare al mondiale è un traguardo che diventa un ennesimo punto di partenza. – ha commentato la coppia composta da Massimo Cester e Davide Mauri – Sacrificio, caparbietà ed una ferrea amicizia sono il carburante per crederci fino in fondo. Siamo orgogliosi di rappresentare l’Italia nel katame no kata over 35, categoria che ha sempre dato grandi soddisfazioni in tutte le competizioni internazionali. Ci auguriamo di poter continuare la tradizione”. “L’emozione di essere alla finale di un mondiale ti dà una carica adrenalinica e di concentrazione infinita – ha detto Giovanni Tarabelli – e la voglia di dimostrare le proprie capacità e di raggiungere il podio non ha eguali. L’aspettativa è quella  di dimostrare al mondo che il judo kata italiano è tra i migliori. Grazie alla Federazione, agli atleti allo staff nazionale e ai suoi arbitri, che ci aiutano e alimentano il nostro operato facendoci migliorare sempre più”. “Aspettative? – si è chiesto Andrea Fregnan – Quest’anno ho cambiato uke ed è quindi un mondiale particolare, ma ho tantissima fiducia in lui e sento che la coppia ormai è ben formata. Puntiamo ovviamente sempre al massimo, consapevoli del livello altissimo in gara. Se riusciamo a fare tutto perfettamente come ci siamo preparati in questi mesi potremo dare grandi soddisfazioni alla nazionale”. “Forti del risultato ottenuto al Campionato d’Europa, quando abbiamo conquistato l’argento nel Kime no Kata U44 – è il pensiero di Enrico Tommasi e Giulio Gainelli – cercheremo di puntare alla finale a 6 per confrontarci con i migliori al mondo”.

Mondiale Juniores. Undici gli azzurri partiti proprio questa mattina con i coach Salvatore Ferro e Luca Poeta alla volta di Nassau (Bahamas) dove, dal 17 al 21 ottobre, si disputeranno i campionati del mondo juniores. Le gare individuali saranno coronate dalla prova a squadre miste. La squadra, alla quale si aggiungerà anche da Raffaele Toniolo, è composta da Sofia Petitto, Assunta Scutto (48), Biagio D’Angelo, Diego Rea (60), Luca Caggiano, Manuel Lombardo (66), Alice Bellandi, Martina Esposito (70), Giovanni Esposito, Alessandro Magnani (73), Christian Parlati (81). Questi i commenti alla partenza di alcuni componenti la squadra. “Siamo pronti per la gara più importante dell’anno – ha detto il coach Salvatore Ferro – abbiamo lavorato tanto e siamo tutti molto carichi. La squadra è unita e pronta a dare il massimo e sostenersi gli uni con gli altri!”. “Siamo carichi e pronti a dare il massimo” ha detto invece Giovanni Esposito, cui è seguito il commento di Biagio D’Angelo: “Sono pronto, l’ho preparata benissimo questa gara, lavorando su ogni minimo particolare!! Incrociamo le dita!!”. “Sono molto motivata e mi sento molto tranquilla – ha detto invece Martina Esposito – perché non gareggiando nella mia categoria non ho nulla da perdere, combatterò facendo quello che so fare e soprattutto divertendomi”. Luca Caggiano: “Sono pronto per questa gara, spero di averla preparata nel modo di migliore. Farò del mio meglio”. Diego Rea: “Prima di tutto voglio dire che sono molto felice di partecipare ai Campionati del Mondo! In questo periodo mi sono allenato tanto e fisicamente mi sento bene e in forma. Sono pronto per affrontare questa grande gara e onorare i colori della Nazionale Italiana, darò il meglio di me stesso e spero di ottenere un risultato grandioso!”. Alessandro Magnani: “La preparazione è andata bene e mi sento al meglio per affrontare questa importante esperienza”. Alice Bellandi: “È quasi arrivato il momento che aspettavo, dopo la vittoria al Campionato d’Europa voglio riuscire a ripetermi anche ai vertici mondiali. Sono pronta e determinata, ma tutto si vedrà sul tatami di gara”.